SMAT ha istituito il Premio Water Award per la ricerca applicata nel campo dei servizi idrici integrati

Al miglior progetto dell’anno per la ricerca applicata e l’innovazione nel campo dei servizi idrici integrati sarà assegnato il premio Water Award.

“Resilienza dei sistemi idrici e cambiamenti climatici”, “Sistemi innovativi per la telelettura dei contatori”, “Sistemi innovativi per la ricerca delle perdite di rete” e “Sistemi innovativi per il monitoraggio di reti ed impianti” sono i temi preferenziali della 1° edizione del premio SMAT WATER AWARD.

Il premio consiste in una borsa di studio del valore di € 20.000 e la possibilità di utilizzare, per un anno, una postazione attrezzata presso il Centro Ricerche SMAT di Torino.

Le modalità di partecipazione: bando, regolamento e modulo sono disponibili sul sito aziendale https://www.smatorino.it/water-award-2018/
Il riconoscimento sarà consegnato il 20 novembre 2018 alle ore 11,30 presso il Centro Ricerche SMAT nel corso del convegno “Le utility e l’innovazione: 10 anni di ricerca applicata”.

BIKE2WORK in AMAG: in bici o a piedi al lavoro per aiutare l’ambiente e il nostro benessere

foto di gruppo

Il Gruppo AMAG ha voluto essere protagonista della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, iniziativa promossa dalla Commissione Europea e che ad Alessandria ha visto molteplici iniziative che si concluderanno domani con la tavola rotonda “Hai voluto la bicicletta? Pedala! Ma in sicurezza” presso la sala conferenze di Palazzo Monferrato.

Per incentivare comportamenti virtuosi e uno stile di vita sano, AMAG ha invitato nella giornata di oggi i suoi dipendenti a recarsi al lavoro in bici o a piedi, facendosi portavoce di una delle proposte della settimana della mobilità: il BIKE2WORK. L’iniziativa è stata promossa tra i lavoratori e registrata ufficialmente sul sito del Ministero dell’Ambiente.

bici

In totale hanno aderito 40 dipendenti che hanno percorso 87 km in bici o a piedi e una volta raggiunto il luogo di lavoro hanno gustato una rigenerante colazione.
Nel dettaglio:
• n. 28 dipendenti hanno utilizzato la bicicletta;
• n. 7 dipendenti hanno raggiunto il luogo di lavoro a piedi;
• n. 3 dipendenti hanno utilizzato i mezzi pubblici, per poi raggiungere il luogo di lavoro a piedi;
• n. 2 dipendenti hanno fatto ricorso alla formula treno + bici.

Considerando che un auto diesel emette mediamente 114gr di C02 per km, l’iniziativa di questa mattina ha permesso di risparmiare l’emissione in atmosfera di 9918 gr di C02.

Il nostro Gruppo – dichiara l’Amministratore Delegato Mauro Bressanè impegnato ogni giorno nel tenere insieme la qualità dei servizi pubblici con la responsabilità sociale e ambientale delle proprie azioni. Ecco perché abbiamo voluto fortemente promuovere gli obiettivi della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, non solo aderendo all’iniziativa biketowork per sensibilizzare i nostri dipendenti all’utilizzo della bici ma acquistando anche due biciclette da usare ogni giorno per i brevi spostamenti in città del personale impegnato al lavoro. Intendiamo, così, dare il buon esempio e avviare un percorso virtuoso per migliorare l’impronta ambientale dell’azienda agendo al contempo sul benessere fisico delle nostre persone”. E conclude il Presidente Paolo Arrobbioil tema della mobilità sostenibile è centrale per tutti i cittadini e strettamente connesso a quello della qualità dell’aria ed è questo il motivo per cui vogliamo impegnare risorse anche nel settore della mobilità elettrica e dell’energia pulita. Innovazione e qualità del servizio sono i nostri obiettivi

Stefani e Laveggio

L’iniziativa BIKE2WORK è stata promossa da FIAB–Federazione Italiana Amici della Bicicletta, UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) sezione Alessandria-Asti, CVA (Circolo Velocipedistico Alessandrino) e Museo ACdB (Alessandria Città delle Biciclette) e, insieme al Gruppo AMAG, ha visto il sostegno anche dell’Amministrazione Comunale di Alessandria. Il vice-Sindaco e Assessore alla Mobilità, Davide Buzzi Langhi, spiega così il significato dell’iniziativa: “Scegliere tra le diverse opzioni disponibili per spostarsi è un esercizio al quale ci si può allenare per ogni attività quotidiana e ci si può abituare facilmente se si pensa che spesso si tratta della scelta più facile, economica e salutare. Per questo ringrazio AMAG per l’impegno profuso. L’Amministrazione comunale, dal canto suo, è pronta a presentare la rivisitazione del PUMS, il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, che dovrà essere lo strumento in grado di armonizzare le diverse esigenze nell’ottica di una mobilità multimodale, più efficiente, economica e ecocompatibile”.

6

Ancora un importante riconoscimento per AMAG Reti Idriche.
Il progetto “
DEPURARE dell’azienda alessandrina, già vincitore nell’ambito del FORUM PA 2018, è stato selezionato tra i sei finalisti della categoria “Clima, energia e acqua” nella 16° edizione del Sodalitas Social Award, organizzato da Fondazione Sodalitas, con il patrocinio di Assolombarda, Commissione Europea e Unioncamere.

Il progetto è stato riconosciuto dalla Giuria del Premio quale esempio di valore nel contribuire a ridurre l’impatto sul clima e nel salvaguardare risorse non rinnovabili, come energia o acqua. Centotrentacinque i progetti in gara presentati da imprese, pubbliche e private, di ogni dimensione e settore, che hanno riguardato temi legati a giovani e scuola, occupabilità e pari opportunità, clima e stili di vita sostenibili, contrasto alle disuguaglianze e inclusione sociale. Cinque i premi di categoria e cinque i premi speciali assegnati martedì 9 ottobre nel corso dell’incontro “Le imprese protagoniste dello sviluppo sostenibile’, tenutosi presso l’Auditorium di Assolombarda a Milano.
I progetti finalisti delle cinque categorie, fra cui “DEPURARE”, sono stati inseriti nel Libro d’oro della Responsabilità Sociale d’Impresa, distribuito durante l’evento.

4

DEPURARE Disinfezione E PURificazione Acque Reflue” si propone di testare metodologie alternative per la disinfezione finale nel processo di trattamento delle acque reflue. L’obiettivo è quello di eliminare l’utilizzo del cloro, altamente disinfettante ma nocivo per l’ambiente, e di neutralizzare le sostanze inquinanti non completamente rimosse dal processo di depurazione. Il progetto coniuga metodologie diverse, innovative ed eco-compatibili: soluzioni elettrochimicamente attivate attraverso elettrolisi, microalghe, zeolite e nanospugne.
I benefici apportati da DEPURARE sono di due tipi: un miglioramento oggettivo della qualità dell’ambiente e la cresciuta percezione dell’impegno volto a risolvere problematiche legate alla qualità della vita dei circa 150mila abitanti serviti da AMAG Reti Idriche. Il riutilizzo degli scarti recuperati delle sostanze contenute nelle acque permette, inoltre, di ottenere risparmio energetico e riduzione di CO2.

Il Presidente del Gruppo AMAG, Paolo Arrobbio, esprime soddisfazione: “Il progetto DEPURARE è un buon esempio di efficienza e sostenibilità, valori in cui il Gruppo crede e investe, per dare risposte sempre più soddisfacenti al territorio che serve. Intendiamo proseguire su questa strada, per affrontare al meglio le sfide che derivano dalla gestione di risorse preziose quali l’energia e l’acqua, in modo da coniugare l’efficienza dei servizi con la salvaguardia dell’ambiente”.

L’Amministratore Unico di AMAG Reti Idriche, Mauro Bressan, commenta: “Questo ulteriore riconoscimento è la conferma di come un approccio attento e responsabile, unito alla capacità di sviluppare sinergie, favorisca la nascita di progetti significativi, in grado di migliorare la qualità della vita e dell’ambiente. Siamo orgogliosi che i nostri sforzi siano apprezzati da una realtà accredita quale la Fondazione Sodalitas, punto di riferimento italiano per la responsabilità sociale d’impresa”.

Le competenze del Gruppo AMAG e l’agire sempre più sostenibile delle sue società – sostiene il Vice-Sindaco e Assessore alle aziende partecipate del Comune di Alessandria, Davide Buzzi Langhi costituiscono un patrimonio da difendere e valorizzare, perché generano valore industriale, sociale e ambientale per l’intera comunità. Ringrazio tutti i soggetti che hanno contribuito al successo del progetto DEPURARE perché oggi, ancora una volta, il nome di Alessandria è associato a buone prassi e idee innovative, capaci di fare la differenza nella complessa filiera dei servizi pubblici essenziali”.

L’importante risultato è frutto di un lavoro di ricerca e collaborazione tra il personale dell’azienda e un team di chimici, fisici, biologi e ingegneri energetici. Oltre ad AMAG Reti Idriche, il gruppo di lavoro è formato da:

  • Università del Piemonte Orientale – Dipartimento di Scienze ed Innovazione Tecnologica DISIT

  • Università di Torino

  • Università di Padova

  • TEA Sistemi srl di Vinovo (TO)

  • 3i Efficientamento Energetico di Alessandria

Per maggiori informazioni:

http://www.sodalitas.it/conoscere/news/sodalitas-social-award-2018-i-10-progetti-vincitori

Barbara Laveggio
AMAG Reti Idriche

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vai all'inizio della pagina